HOME | CERCA | INDICE | NOVITA' | LINKS  >>Intranet  
CNVSU - Scheda Programma di ricerca
  Dati, Indagini e Ricerche
Progetto di portale sui dati delle Università
Programmi di Ricerca
Rapporti annuali OECD
Analisi ed elaborazioni su temi di particolare interesse
  Il Comitato | Dati,Indagini e Ricerche | Nuclei di valutazione | Pubblicazioni e Documenti 

Scheda Programma di ricerca


ANALISI DELLA RISPONDENZA TRA SBOCCHI OCCUPAZIONALI DEI LAUREATI/DIPLOMATI E FORMAZIONE UNIVERSITARIA RICEVUTA

Le profonde e rapide trasformazioni che negli ultimi anni hanno investito l’economia, la tecnologia e l’organizzazione influiscono sempre più e talvolta in modo radicale sulla natura e sulla struttura del lavoro. Rispetto al passato, una preparazione generica o il titolo di studio di laurea e/o diploma, che non consentono di acquisire una professionalità specifica, non possono essere considerati efficaci strumenti di problem solving.
Allo stesso tempo, il mercato del lavoro richiede una preparazione che consenta di mettere a fuoco, oltre alle competenze di natura tecnica, una serie di abilità come capacità nella gestione del team, nella ricerca delle soluzioni o nella progettazione.
Così, mentre in passato il mondo del lavoro riconosceva gli individui in base ai loro "diplomi", oggi chi si avvale della formazione professionale recluta e seleziona il personale sulla base della coerenza delle competenze possedute rispetto al ruolo da svolgere. Cambia, dunque, il modo di intendere il profilo dei professionisti e l’insieme di competenze attitudinali tecnico-scientifiche e culturali richiesto ai laureati/diplomati. In conseguenza di ciò, la nozione stessa di professione diventa piuttosto problematica. Assume valenza il concetto di competenze variate, ovvero un sistema di abilità di cui ciascuno possiede una particolare collezione.
Se tale tipo di approccio è quello richiesto dal mercato del lavoro, diventa allora necessario riflettere sulla natura delle strutture che hanno il compito di contribuire alla redazione dei profili professionali e sui relativi apporti didattici.
La finalità del progetto risiede nel valutare la capacità dell'Università di formare professionalità, intesa quale insieme di specifiche competenze, coerenti con le nuove esigenze del mercato del lavoro. In particolare, si ritiene che l'analisi possa fare riferimento a tre differenti realtà universitarie rappresentate dall'Ateneo di Catania, di Verona e di Salerno. Il progetto di ricerca intende vagliare l’attitudine degli Atenei a svolgere il ruolo strategico di motore di cambiamento delle competenze professionali al fine di sviluppare un sistema formativo integrato alle esigenze di domanda di competenze professionali.
Obiettivi:

Il raggiungimento dell'obiettivo generale rappresenta il risultato di un insieme di steps volti a conseguire obiettivi intermedi.

Tra questi ultimi, in particolare, la ricerca intende fornire un proprio contributo rivolto a:

1) Ricostruire i fabbisogni formativi e le figure professionali richiesti dal mondo che utilizza le risorse umane.
2) Identificare, sulla base dei percorsi didattici offerti dalla formazione universitaria, le professionalità che quest'ultima è in grado di offrire.
3) Operare un confronto quali-quantitativo fra tipologie di figure professionali formate dagli Atenei e profili professionali richiesti dal mercato del lavoro.
4) Fornire un database informativo dei processi decisionali al fine di colmare le eventuali asimmetrie tra domanda ed offerta di formazione universitaria.

Componenti del programma di ricerca:
  • Prof. C. Buttà
  • Prof. A. Pezzino
  • Prof.ssa C. Schillaci
  • Prof. P. Stampacchia


Enti associati al programma di ricerca:
  • Dipartimento Impresa, Culture e Società della Facoltà di Economia di Catania in qualità di affidatario del Programma di Ricerca

Documenti allegati al Programma di Ricerca:
    Documento di Word Analisi della rispondenza tra sbocchi occupazionali dei laureati/diplomati e formazione universitaria ricevuta




@Informazioni a cura della Segreteria del Comitato