HOME | CERCA | INDICE | NOVITA' | LINKS  >>Intranet  
CNVSU - Scheda Programma di ricerca
  Dati, Indagini e Ricerche
Progetto di portale sui dati delle Università
Programmi di Ricerca
Rapporti annuali OECD
Analisi ed elaborazioni su temi di particolare interesse
  Il Comitato | Dati,Indagini e Ricerche | Nuclei di valutazione | Pubblicazioni e Documenti 

Scheda Programma di ricerca


VALUTAZIONE DEL TRASFERIMENTO DI CONOSCENZA DALL'UNIVERSITÀ AL MONDO INDUSTRIALE

La storia dell'Università Europea contempla tre principali cambiamenti funzionali. L'Università fino a metà ottocento è un luogo dedicato alla trasmissione ed al consolidamento del sapere. E' il modello medioevale che prevedeva una funzione limitata per la ricerca, vista, soprattutto, in chiave ancillare rispetto alla didattica. La seconda fase parte da metà Ottocento ed arriva agli anni '50. Si tratta della "Prima Rivoluzione Accademica" (Etzkowitz, 1990) caratterizzata da un ruolo esplicito dato alla ricerca anche in funzione di domande esterne di tipo sociale e politico (ad es. legate alla salute, territorio, ambiente e forze armate) . Il terzo periodo è quello che l'università europea sta vivendo e che nasce alla fine degli anni '80. Si tratta della "Seconda Rivoluzione Accademica" (Etzkowitz, 1990), che in USA parte già nel dopoguerra e si configura con un'università che insieme alle funzioni precedenti unisce anche quella di soggetto attivo e cruciale dello sviluppo industriale e tecnologico. L'università per varie ragioni - politiche pubbliche nazionali e regionali; domanda del mondo industriale; ristrettezze economiche dell'università di fronte alla diminuzione dei budget nazionali e la contemporanea proliferazione di progetti di ricerca; etc. - si trova ad interagire in maniera crescente con il mondo dell'impresa. Lo scopo non è solo quello di garantire formazione, personale qualificato e consulenza professionale, ma, soprattutto la possibilità di trasferimento di conoscenza tecnologica, fondamentale per la competitività del sistema industriale. Questo stretto legame tra università, imprese ed istanze di governo, caratterizzato dal modello della "Tripla Elica" (Etzkowitz, 1997) si evidenzia dal proliferare di istituzioni nuove come i parchi scientifici e tecnologici, gli incubatori, i consorzi università-impresa, i "relais centres", agenzie universitarie per il trasferimento tecnologico, etc. Nei programmi di governo dei principali paesi OCSE la capacità di trasferimento di conoscenze al mondo dell'impresa è diventata una delle priorità del sistema delle università (OECD, ...). Infine un dato interessante che emerge da molti studi recenti è che, contrariamente alla vulgata accademica, le università con legami più stretti con il mondo dell'impresa, come quelle che seguono il modello MIT-Stanford, sono anche quelle che presentano le migliori performance a livello della produzione scientifica e della ricerca di frontiera (Coward, Franklin, 1985).
Obiettivi:

· carriera duale accademico - manageriale
· ufficio brevetti interno all'università
· ufficio di collegamento Università-Imprese
· incentivi economici selettivi per l'attività di ricerca applicata e di brevettazione
· parco scientifico e tecnologico collegato all'università
· incubatore collegato all'università
· collegamento alle società di "venture capital" e ad altre forme di capitale di rischio
· sostegno del governo locale o nazionale all'attività di trasferimento tecnologico
· presenza di centri di eccellenza per il trasferimento tecnologico
· procedure amministrative per la creazione e partecipazione azionaria dell'università ad imprese "spin-off"
· vincoli amministrativi e legali per la creazione e partecipazione ad imprese da parte dei docenti universitari
· trasferimento di personale docente e di ricerca in senso bidirezionale tra laboratori di R&S industriali ed universitari
· consorzi misti di ricerca università-impresa
· organizzazione dell'attività di ricerca secondo il modello "gruppo di ricerca" anche detto di "quasi-firm" (Etzkowitz, Kemelgor, 1998)

Componenti del programma di ricerca:
  • Prof. Riccardo Viale in qualità di coordinatore
  • Prof. Claudio Roveda in qualità di ricercatore senior
  • Ricercatore Fondazione Rosselli Andrea Pozzali in qualità di ricercatore junior
  • Ricercatore Fondazione Rosselli Davide Diamantini in qualità di ricercatore junior


Enti associati al programma di ricerca:
  • Fondazione Rosselli di Torino in qualità di struttura operativa di riferimento

Documenti allegati al Programma di Ricerca:
    Documento di Word Valutazione del trasferimento di conoscenza dall'Università al mondo industriale




@Informazioni a cura della Segreteria del Comitato